Microsoft: HoloLens non punta al gaming

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 15-07-2015 9:35

In occasione dell’E3 2015, Microsoft ha presentato al pubblico di videogiocatori la nuova periferica “HoloLens” con Minecraft, un dispositivo in grado di immergere il giocatore nella realtà aumentata.

HoloLens

HoloLens non è per giocare, parola di Microsoft

Il CEO di Microsoft, Satya Nadella, ha affermato quanto segue in merito a questa periferica:

Abbiamo acquistato Minecraft per creare un nuovo genere di gioco mescolato alla realtà aumentata. Sono molti i motivi che ci hanno spinto a questo, perchè l’app è la numero uno su PC, perchè è disponibile ovunque e perchè volevamo una hit per il nuovo medium di realtà mescolata.

Il gaming è, e sarà sempre uno scenario in cui ci espanderemo ma con la prima versione degli HoloLens non vogliamo puntare su questo settore ma su quello aziendale dove c’è maggiore utilizzo. Vogliamo creare una sorta di ponte tra i consumatori e le aziende, questo risiede nel nostro DNA, è uno degli obiettivi da raggiungere, dare il potere non solo a persone ma anche ad organizzazioni. Nel caso degli HoloLens è incredibile quante applicazioni possano esistere per aiutare i vari settori come gli ospedali.

Gli HoloLens potrebbero arrivare nei negozi tra la fine dell’anno e il prossimo ad un costo non ancora rivelato anche se molti ritengono che trattandosi di una versione dedicata principalmente alle aziende, il prezzo finale potrebbe aggirarsi sui migliaia di euro un pò come è accaduto con i Google Glass, non ci resta che attendere per scoprirlo. Che Microsoft abbia intenzione di adottare questa nuova tecnologia su Xbox One non vi sono dubbi, ma secondo le parole del CEO è ancora presto per farlo.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato