Giocatori di Call of Duty litigano per una scommessa e ci scappa il morto

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 30-12-2017 9:06

E’ accaduto in USA, due giocatori di Call of Duty, hanno litigato per una scommessa di soli 2 dollari, causando la morte di un povero innocente. Non è la prima volta che in America dei giocatori segnalano alle autorità dei finti casi di emergenza, costringendo la Swat ad intervenire presso l’indirizzo civico segnalato, ma questa volta è costata la vita ad un cittadino innocente.

Swat uccide un cittadino innocente per errore

La lite è sorta quando uno dei due giocatori ha minacciato il secondo di recarsi presso la sua abitazione per fargliela pagare, a seguito del mancato pagamento di una sciocca scommessa. Inutile dire che il secondo ha fornito al primo un indirizzo civico fasullo.

Uno dei due giocatori ha avuto la brillante idea di chiamare la polizia per segnalare un finto rapimento da parte di un Serial Killer, che dopo aver ucciso il padre di una ignota famiglia, si è barricato in casa tenendo in ostaggio gli altri componenti.

La Swat è intervenuta sul posto dopo aver ricevuto allerta dalla polizia, all’apertura della porta da parte del padrone dell’abitazione, uno degli agenti ha aperto il fuoco sul cittadino uccidendolo all’istante. 

Uno dei due giocatori si è difeso affermando su Twitter:

Non sono io l’artefice dell’omicidio, non sono io che gli ho scaricato un’arma addosso, è l’agente della Swat ad avere la colpa, dopotutto non è il mio mestiere

La vittima si chiamava Andrew Finch ed aveva appena 28 anni.  

Giovanni Damiano

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato