Ghost Recon Wildlands si aggiorna: Arriva la modalità Tier One

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 01-07-2017 9:26

Ubisoft ha reso disponibile un nuovo aggiornamento per Ghost Recon Wildlands su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Il pacchetto introduce una modalità chiamata Tier One, ideata per offrire ai giocatori un’esperienza più impegnativa solo dopo aver raggiunto il livello 30.  

Ghost Recon Wildlands si aggiorna: Le novità introdotte

Una volta effettuato l’aggiornamento e lanciato il gioco, vedrete il vostro livello Tier accanto al nickname, visibile sia nella pagina del profilo che a tutti i partecipanti alla partita. E’ stata inoltre predisposta una nuova barra dell’esperienza per questo tipo di punti. Come avviene nel gioco principale portando a termine le missioni primarie, secondarie o sfide è possibile accumulare punti e salire di livello.  

Si parte con il Tier 50 e salendo di livello la difficoltà diventa sempre più elevata fino ad arrivare al Tier 1. Per rendere le cose più semplici, è possibile potenziare le armi dai livelli 1 a 30 sfruttando il Potenzia armi in Gunsmith. La modalità Tier One è accessibile anche dalle sessioni cooperative, verrà sommata la media del livello Tier di tutti i partecipanti per offrire un livello di sfida più equilibrato possibile. 

La patch ha un peso di 7.42 GB su PC e 8.8 GB su console. Oltre l’implementazione del Tier One l’aggiornamento risolve una serie di bug critici segnalati dalla community tra cui quello che causava l’indisponibilità del drone e del binocolo dopo essersi curati con il drone medico. Proseguendo troviamo anche la regolazione dei danni inflitti dai proiettili ai veicoli su lunga distanza e problemi alla dinamica di gioco. 

Altri bugfix sono l’icona mancante sulla mappa tattica in Narco Road e quello che affliggeva la balestra. L’aggiornamento introduce anche la seconda stagione per le sfide live con nuovi obiettivi e imprese da portare a termine. 

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato