DIGITAL FOUNDRY e Michael Pachter commentano il costo della Project Scorpio

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 08-04-2017 7:26

Qualche giorno fa Digital Foundry attraverso EUROGAMER ha diffuso i primi dettagli tecnici per la Project Scorpio, oggi si torna a parlare della nuova console di Microsoft focalizzandosi sul costo della stessa.

Quanto costerà Project Scorpio?

Digital Foundry ipotizza il costo della Project Scorpio con la seguente dichiarazione:

Playstation 4 Pro costava 399 dollari al lancio, in questo caso il prezzo è decisamente superiore. Scorpio ha un processore più performante, 4GB di RAM in più e un disco fisso più veloce oltre un BluRay Ultra HD e un sistema di raffreddamento che oggi rappresenta lo stato dell’arte. Se prendiamo in considerazione tutto questo, è facile dedurre di come il costo potrebbe avvicinarsi ai 499 dollari. Si tratta solo di una nostra ipotesi e non di una conferma ufficiale.

Secondo Michael Pachter un costo simile potrebbe compromettere le vendite della console:

Sinceramente non ho competenze per capire quanto costino i singoli componenti o per capire la potenza degli stessi, posso solo dire che sembra più potente della PS4 PRO ed ipotizzerei che al lancio se costerà più di 400 dollari, potrebbe non vendere molto bene. Potremmo vedere qualche sviluppatore indipendente unirsi al progetto ma Sony ha ottimi rapporti con quelli più affermati, Microsoft no.

Mat Piscatella di NPD Group aggiunge:

Reso fiducioso per il mercato americano, in particolare nell’anno di lancio. Penso che Scorpio abbia il potenziale per mettersi di fronte a PS4 negli USA, le vendite nel pubblico del core gaming potrebbero essere significative. Scorpio dovrà conquistare il pubblico di nicchia per mettersi in pista per una diffusione di massa su lungo termine.

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata "Press Start"! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l'illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento