Decksplash non raggiunge i 100.000 download e viene cancellato

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 10-11-2017 17:35

Decksplash, il videogioco di dispute territoriali multigiocatore su skateboard di Bossa Studios, non ha raggiunto l’obiettivo di 100.000 download che si era imposto per la settimana gratis, per tanto il gioco non solo non viene rilasciato come anticipato, ma addirittura cancellato, in quanto secondo il cofondatore dello studio, non ci sono i presupposti per proseguire lo sviluppo e supportarlo.


Decksplash viene cancellato

 
Il cofondatore di Bossa Studios, Henrique Olifiers commenta come segue:
L’esperimento della settimana gratis è stato un percorso teso per la squadra, ma ha dimostrato quello che sospettavamo: Decksplash è un buon gioco ma, in definitiva, non ha visto la partecipazione di sufficienti giocatori per garantire una comunità online florida nel lungo periodo. 
 
Questo risultato è tuttavia positivo per tutti coloro che sono stati coinvolti: i giocatori non spenderanno del denaro per un videogioco destinato a non sopravvivere nel tempo, mentre la squadra di sviluppo può ora passare a occuparsi di un nuovo progetto di Bossa, consapevole di essersi lasciata definitivamente alle spalle questo. Se avessimo annullato il gioco senza questo esperimento, la domanda “E se…” avrebbe sempre aleggiato nei nostri pensieri.

La settimana gratis di Decksplash, che è intercorsa tra il 2 e il 10 novembre, era stata progettata per testare l’interesse dei videogiocatori, se 100.000 giocatori avessero partecipato, il gioco avrebbe visto la luce su Steam fin da subito.

Bossa Studios proseguirà il lavoro sull’innovativo MMO Worlds Adrift e sul surreale simulatore di appuntamenti galanti Purrfect Date. 

Giovanni Damiano

Appassionato di videogiochi, telefonia, informatica e intrattenimento. Nato con un controller tra le mani vive in una remota zona della Transilvania in attesa di giochi da completare. La sua prima parola è stata “Press Start”! Cresciuto con un NES 8 BIT ha raggiunto l’illuminazione con la nextgen e i VR

Lascia un commento