Left4Dead – Anteprima

Pubblicato da: noth1ng- il: 14-11-2008 16:20 Aggiornato il: 01-09-2015 9:13

Una città distrutta da un virus, milioni di morti viventi vagano con il solo scopo di uccidere.
Quattro persone contro di loro, per mettersi in salvo.
Nessun aiuto dall’esterno e poche le possibilità di fuga. Bisogna combattere.


Sembrerebbe quasi un’introduzione ad un nuovo film splatter. Beh, non ne siamo molto lontani.

  • Informazioni.

Left4Dead, sviluppato dalla Valve Corporation, è il prossimo gioco Survival-horror in uscita per il 21 Novembre, in Europa, solo per PC e Xbox360, come di recente dichiarato dagli sviluppatori.
La particolarità di questo titolo è la possibilità di cooperare nella fuga dalle orde di zombie che ci troveremo ad affrontare.

  • Il gioco.

Potremmo impersonare uno dei quattro personaggi disponibili: Bill, Zoey, Francis, Louis. Armarci fino a denti ed eliminare qualsiasi cosa “non-vivente” troveremo sulla nostra strada.
La chiave della sopravvivenza è il Teamplay e l’organizzazione. I nostri compagni saranno resi visibili attraverso le pareti grazie a delle linee luminose, per non perderli mai di vista.

Le ambientazioni saranno diverse: un aereoporto, ospedale, una città e così via. Tutte, ovviamente, in condizioni non proprio ideali per un pic-nic.
First-aid kit permetteranno di curarci O di curare i nostri compagni ed un armamentario invidiabile, di difenderci: Fucili mitragliatori, a pompa, di precisione, moltov e molte altre.
I Survivors (questo sarà il nostro nome) comunicheranno via comandi vocali che saranno accessibili tramite un menù veloce (di default: C).  Durante una cura, una ricarica o quando troveremo delle armi, i comandi saranno automatici, per far si che i nostri compagni possano mantenere la posizione o sapere dove trovare dei rifornimenti.

Gli scenari saranno quattro, suddivisi loro volta, in brevi livelli. Per potare a termine ogni livello bisognerà entrare nelle “zone sicure”.

Mentre, alla fine di ogni scenario, bisognerà difendere una determinata zona in attesa dei soccorsi.
Un’altra chicca di questo gioco è il Director, ossia il sistema per il quale Zombie e rifornimenti (es. medikit, armi, granate) saranno disposti in luoghi diversi ogni volta che un livello viene rigiocato. Tenete gli occhi aperti.

  • La demo.

Il filmato introduttivo non lascia nulla all’immaginazione. I quattro survivor si ritrovano subito a dover fronteggiare morti viventi che spuntano da ogni dove. Ovviamente non poteva mancare la figura da vero “distruttore” (Louis) che dopo aver frantumato la cassa toracica di due zombie a colpi di fucile a pompa, fa gli auguri di buon natale al suo compagno.

Il single-player è molto divertente, anche se i livelli sono solamente due: Appartamenti e Metropolitana. Pochi, ma la quantità di infetti presenti non lo è di certo.
Una buona grafica rende il tutto più realistico permettendoci di apprezzare al meglio, l’ansia che questo tipo di giochi crea.

L’AI non è granchè fino al livello Normale. Ma in Expert, avrete di certo molte difficoltà ad uscire vivi da quel marasma.
Vi ritroverete a fronteggiare vere e proprie orde di non-morti se colpirete accidentalmente una macchina con l’antifurto inserito o se un Boomer vi sarà troppo vicino al momento della sua morte.

Ondate che potrete brillantemente eliminare con una Molotov. Oppure, ancor meglio, con una granata a tempo che, con il suo bippare, attirerà attorno a se tutti gli infetti presenti.

Il multiplayer è quel che qualsiasi persona si aspetterebbe. Rimanere vicini è l’elemento fondamentale. Se uno Smoker od un Hunter vi intrappolerà, avrete bisogno immediato dei vostri compagni. Lo stesso vale per i normali morti viventi; in troppi potrebbero bloccarvi a terra e senza l’aiuto di nessuno, non potrete far altro che attendere la vostra morte.

Avrete notato nel corso della recensione dei nomi particolari. Sono le varie tipologie di mostro che potrete affrontare in questa demo: Smoker (attacca da lontano e può intrappolarvi nella sua lingua), Hunter (attenti ad uscire con troppa sicurezza da un edificio, potrebbe essere appostato su qualche tetto aspettando il momento giusto per saltarvi addosso), Boomer (uno zombie con qualche chilo di troppo, che esplodendo vicino ad uno della squadra potrebbe causare gravi danni e riempirlo dei suoi liquidi, attirando l’attenzione degli infetti in zona), Tank (enorme bestia deforme, avrete bisogno della potenza di fuoco di ogni membro, per abbatterlo), Witch (se sentirete qualosa piangere e lamentarsi in un angolo evitate di puntare la luce nella sua direzione).

Witch

  • Conclusioni

Ottimo il Director per dare sempre un’emozione in più. Buona la grafica e l’elemento sorpresa che non manca mai. Controlli facili e funzionali.
Un Horror degno dei migliori Resident Evil e che, sicuramente, appassionerà molti giocatori amanti del genere.

Attendere l’uscita di questo gioco non sarà l’unica cosa a farvi trattenere il fiato.

Lascia un commento